Il cielo capovolto

sassari4rid

About Project:

Estratto dal testo : Rebecca Ballestra. Il cielo capovolto.

di Sandra Solimano

"...Il lavoro di Rebecca Ballestra, presente in piazza Duomo con la sua installazione "Il cielo capovolto", si colloca in questo panorama appena delineato con la connotazione di un messaggio forte che media tra il riferimento più esplicitamente site specific a questa piazza (il richiamo alla dimensione spirituale della religiosità ma anche a consuetudini di solidarietà sociale che nella piazza si esprimono) e il più universale problema del rapporto tra uomo e natura, affidandosi all’immagine semplice eppure sempre magica e coinvolgente di bianche nuvole campite su un cielo azzurro, lo stesso che fa da sfondo alla poderosa architettura romanica e alla gremita facciata barocca del Duomo. Quel cielo che è probabilmente per gli abitanti di Sassari poco più che un dettaglio di contesto della loro quotidianità è ricondotto da Ballestra al centro della scena, al livello del calpestio del selciato, con un ‘operazione semplice ma forte che allude alla necessità di ripristinare l’originaria relazione tra cielo e terra, tra spiritualità e fisicità, tra uomo e natura. Il significato di questa operazione poeticamente arbitraria è reso più esplicito dalle scritte sulle panchine della piazza. Quasi invisibili ad un primo sguardo, le frasi tratte dal “Manifesto per l’uomo e per la terra” del poeta Massimo Morasso (2001) si mescolano con singolare mimetismo agli inevitabili graffiti urbani, tracce di presenze, di soste e di passaggi, e sembrano volersi integrare al tessuto inconsapevole della comunicazione interpersonale dando vita a nuove autonome riflessioni e risposte..."

Posted on:

19 gennaio 2014
Share this: