Invito__a better landscape

A better landscape

Maria Rebecca Ballestra e Alan Sonfist

22 Novembre 2016 – 10 Gennaio 2017

UnimediaModern Contemporary Art

Palazzo Squarciafico – Piazza Invrea, 5/b

16121 GENOVA – ITALIA

Alla fine degli anni settanta, quando la pittura figurativa incominciava a riemergere dal limbo in cui il concettuale e i concettualismi l’avevano relegata, la Galleria Unimedia, che si era mossa in questo ambito dal giorno della sua apertura nel 1970, aveva presentato tre mostre emblematiche, “Un cardine storico: il Concettuale”, “La creazione volgeva alla fine”, “Graffi d’amore sulla pelle del pianeta”. Tre grandi mostre per tre grandi temidi quegli anni: Conceptual Art,

sticker

La bellezza della natura attraverso la magia dell’arte

A Ca’ dei Carraresi vedremo un mondo meraviglioso, composto da piante, opere d’arte interattive, proiezioni ed ambientazioni futuristiche. Tutto spiegato secondo le ultime ricerche in campo fisiologico e neurobiologico ed interpretato sotto il profilo artistico interattivo. La mostra, suddivisa in 5 sezioni, si svolge al secondo e terzo piano di Ca’ dei Carraresi. I curatori, Daniel Buso e Manuela Enna, hanno dato vita ad un percorso in cui arte e scienza si intersecano nel costruire il senso dell’esposizione. Una mostra incentrata sul mondo delle piante e sulla necessità di salvaguardia

FRAC

ARTIST RESIDENCE PROGRAM – FRAC CORSE

Artist invited for 2016.

April – May 2016

FRAC Corse has a collection of contemporary international art, composed by 463 art works included historical movement such as: Minimal Art, Conceptual Art, Arte Povera, and an important selection of artworks from years ’80 and 90. FRAC Corse supports also young international artists’s production and organize conference, a residence program on invitation, artist talks

Prima dell'incontro

A BETTER LANDSCAPE

dialogo tra arte, ambiente e antropologia
Alan Sonfist e Maria Rebecca Ballestra
2 Giugno 2016 – ore 18.30
Galleria Unimedia Modern
Palazzo Squarciafico
Piazza Invrea 5/b
16121 Genova
www.unimediamodern.com

c5827d_76aafef7c6c04ff8b02b0c909f2e65b6

PHOTOGRAHY – MC

Photography” is a group show which displays works by established artists together with younger ones. The exhibition presents different approaches to photography, enhancing the difference between those artists, such as Darren Almond and Giacomo Costa, working on a landscape vision deprived of human presence and those like Mario Schifano and Matteo Basilé who focus on the human figure and its presence in space. As a complement, two women artists gives a feminine, positive and positivist point of view, deploying new ways of interpretation.
front4_r2_c1

Boston University

TransCultural Exchange’s 2016 International Conference on Opportunities in the Arts: Expanding Worlds.
February 25th – 27th, 2016

Boston University, with panels and presentations also at the Massachusetts Institute of Technology (MIT), Harvard University, Emerson College, Massachusetts College of Art and Design and other locations.

FRIDAY, FEBRUARY 26th, 2016
EARLY MORNING SESSIONS
9:15 – 10:15 am
AT BOSTON UNIVERSITY

Collaborating with Arts and Cultural Organizations across the Disciplines of Science, Ecology and Politics will offer a forum for discussing collaborative art projects that raise awareness of the fragility of our environment.
Chair: Maria Rebecca Ballestra, Artist, Italy
Room 312

palinsesti

Palinsesti

Città che si Vedono

15 Novembre – 20 Dicembre 2015

Palazzo Altan, San Vito al Tagliamentoa cura di Giorgia GastaldonArtisti: Carlo Andreasi, Maria Rebecca Ballestra, Irene Coppola, Irene Fenara, Alessandro Ruzzier

«Anche ciò che sembra evocazione di una città arcaica ha senso solo in quanto pensato e scritto con la città di oggi sotto gli occhi»: nel trentesimo anniversario della scomparsa di Italo Calvino la mostra collettiva Città che si vedono prende spunto dalla lettura de Le Città invisibili (1972), nel tentativo di portare avanti una riflessione su alcuni temi fondamentali legati all’uomo

1442602861_11999617_864175677029902_3551157732621839442_o

Impatto 2.0 – Este

IMPATTO 2.0

Evento internazionale di arte contemporanea

Con il Patrocinio del Ministero dei Beni Culturali e del Turismo – Direzione Generale Musei Polo Museale Veneto, della Regione del Veneto, della Provincia di Padova e della Città di Este

Promosso da S.E.S.A. S.p.A. Società Estense Servizi Ambientali

Este, 10 ottobre – 01 novembre 2015

Inaugurazione 10 ottobre ore 17:30, Sala delle Colonne, Museo Nazionale Atestino, via Guido Negri 9/c

Il progetto interessa più sedi all’interno della storica Città di Este:

arteamcup_invito_mail

Arteam Cup 2015

ARTEAM CUP 2015: Il Gran Premio d’Arte gratuito e riservato ai soci Arteam
 
Già dal titolo, il Premio rivela una dichiarazione d’intenti: dare visibilità e contribuire alla promozione e all’arricchimento professionale dei propri Associati, puntando all’eccellenza. Terminati i lavori di selezione sui dossier candidati, La Giuria* ha individuato, per la mostra finale dell’ARTEAM CUP 2015 – che si terrà a Venezia, dal 24 ottobre al 22 novembre 2015, nella prestigiosa sede di Officina delle Zattere (Fondamenta Nani, Dorsoduro 947), già sede del Padiglione Nazionale del Guatemala che condividerà con Arteam Cup l’ultimo mese della Biennale Arte 2015

image

Maria Rebecca Ballestra/Julien Friedler

Giovedi 24 settembre inaugurerà a Palazzo Molin a San Marco, Venezia una mostra collettiva di opere diegli artisti Maria Rebecca Ballestra e Julien Friedler. Una selezione di opere d’arte contemporanea, tra cui fotografia, pittura e installazioni, saranno ospitate al Piano Nobile di Palazzo Lombardo Molin, uno dei pochi appartamenti di prestigio ancora disponibili in questo prestiogioso palazzo del XV secolo. In concomitanza con la 56 ° Esposizione Internazionale d’Arte di Venezia, la mostra risponde al tema di quest’anno: All the World’s Future.

La conferenza stampa si svolgerà il 24 Settembre alle

download

Berlin Art Week

La Werkstattgalerie di Berlino ospita dal 15 al 20 Settembre 2015 gli artisti di Spazio Testoni Maria Rebecca Ballestra e Filippo Centenari con il progetto espositivo “Grey and Green Cities” dove tre grandi frame di Filippo Centenari sulle storiche e grandiose metropoli di Berlino, Dubai e New York, si confrontano con le opere su Masdar City – La città Giardino – che Maria Rebecca Ballestra ha realizzato per il suo progetto Journey into fragility. Masdar City,  si trova in pieno deserto nello stato di Abu Dabi, ed è una delle città più sostenibili al mondo, progettata

prima_di_copertina_21x297_per_web

The Truth of the Labyrinth

Maria Rebecca Ballestra’s 9-step artistic project The Truth of the Labyrinth takes its inspiration from the work of the same name by the Belgian artist Julien Friedler. A selection of 9 out of the 44 texts will be the starting point to a number of reflections on the symbolism of the labyrinth – a full, deep investigation conducted from different perspectives and points of view. In each step Ballestra investigates some primary topics of human self-consciousness such as memory, death, body, the immaterial, the play, dream, mystery, pilgrimage, sacrifice. The exhibit (that