Maria Rebecca Ballestra/Julien Friedler

Giovedi 24 settembre inaugurerà a Palazzo Molin a San Marco, Venezia una mostra collettiva di opere diegli artisti Maria Rebecca Ballestra e Julien Friedler. Una selezione di opere d'arte contemporanea, tra cui fotografia, pittura e installazioni, saranno ospitate al Piano Nobile di Palazzo Lombardo Molin, uno dei pochi appartamenti di prestigio ancora disponibili in questo prestiogioso palazzo del XV secolo. In concomitanza con la 56 ° Esposizione Internazionale d'Arte di Venezia, la mostra risponde al tema di quest'anno: All the World's Future.

La conferenza stampa si svolgerà il 24 Settembre alle ore 18.00, a cui seguirà un aperitivo a partire dalle 19:00. La mostra, che sarà visibile fino al 31 ottobre, è patrocinata dalla filiale italiana della Fondazione Principe Alberto II di Monaco, dal Consolato onorario del Belgio a Venezia e promossa della Fondazione Sotheby's International Realty di Venezia, che gestisce e commercializza gli appartamenti di Palazzo Molin.

La Fondazione Principe Alberto II di Monaco è stata istituita con il principale obiettivo di rispondere in maniera concreta e proattiva alle continue minacce rivolte all'ambiente e per sostenere e sviluppare le iniziative di aziende, organizzazioni pubbliche e private impegnate nei settori della ricerca e dell'innovazione tecnologica. Dalla sua creazione nel 2006 al 31 dicembre 2014 i progetti sostenuti dalla Fondazione sono stati 341, di cui 46 approvati nel corso del 2014. I progetti sono finanziati grazie all'investimento del cento per cento delle donazioni ricevute, e sono orientati su tre grandi aree di intervento: i cambiamenti climatici e le energie rinnovabili, la biodiversità, l'acqua e la lotta contro la desertificazione.
Venezia, con il suo delicato equilibrio, è una cornice ideale per ospitare questa mostra, soprattutto in considerazione del tema che stimola la riflessione della Biennale di quest'anno.

Diversi partner hanno permesso la realizzazione dell'evento come la Casa Vinicola Canella s.p.a, la vetreria CAM Vetri d'arte s.r.l e Artribune come media partner. Il catalogo della mostra sarà stampato su Shiro Alga Carta di Favini, una carta ecologica unica nata dalle alghe infestanti della Laguna di Venezia, una soluzione innovativa brevettata da Favini per la protezione di fragili ecosistemi lagunari. Le alghe eccedenti vengono mescolate con fibre certificate FSC. Favini ha inoltre scelto di neutralizzare le emissioni residue non evitabili di Shiro partecipando al finanziamento di un progetto legato all'energia rinnovabile. In particolare, l'attività ha sede in India e prevede la produzione di energia pulita sfruttando la forza del vento tramite turbine eoliche, riducendo l'utilizzo di combustibili fossili. (www.favini.com)

Ann-Marie Doyle di Venezia Sotheby 's International Realty ha aggiunto: "Siamo lieti di dare il benvenuto a Maria Rebecca e Julien e di ospitare le loro opere a Palazzo Molin durante la Biennale. Venezia è un epicentro del mondo dell'arte internazionale e I grandi spazi con soffitti alti più di 5 metri dell Piano Nobile di Palazzo Molin sono il luogo ideale per mostrare il loro lavoro. "

La opere presentate da Maria Rebecca Ballestra sono il risultato del progetto biennale, Journey into Fragility, un progetto su arte e ambiente ispirato alla Carta per la Terra e per l'Uomo del poeta e saggista Massimo Morasso. La Carta per la Terra e per l'Uomo - sottoscritta dai più famosi poeti al mondo, tra cui 5 premi Nobel e 6 premi Pulitzer - si compone di dodici tesi per riscrivere costruttivamente il tema della crisi ambientale. Il progetto Journey into Fragility si è ispirato alle dodici tesi per sviluppare dodici diversi progetti in dodici diversi luoghi del mondo, con l'intento di sviluppare un dialogo costruttivo sull'ambiente e sul valore del vivere sulla Terra.

Il lavoro di Julien Friedler è influenzato dalla sua carriera di psicoanalista e scrittore. Ha fondato nel 1990 la Compagnia artistica Spirit of Boz. Giocando ai confini dell'estetica, delle scienze sociali e del sogno, il "Boz" si materializza attraverso un gruppo di opere d'arte: testi, dipinti, installazioni e performance realizzate dall'artista, ma anche attraverso l'attuazione di un programma creativo partecipativo: BE BOZ BE ART. Attraverso l'arte contemporanea, Julien Friedler esplora le fragilità, I vuoti e le prospettive future della modernità.

La mostra è stata organizzata e coordinata da Roberta Miacola, che da anni si occupa dell' organizzazione di eventi culturali e aziendali di alto livello.

Dal 2006 al 2011 ha lavorato come fundraiser ufficiale per il Premio Chatwin camminando per il mondo (primo festival del viaggio con concorso e premi al reportage, video, narrativa e fotografia di viaggio), curando i rapporti tra il Premio e gli Enti , Istituzioni pubbliche e Aziende private sponsor della manifestazione, strettamente a fianco e in sintonia con l'ideatrice ed anima del Premio, la giornalista Luciana Damiano. Nel 2015 l'incontro con la giovane artista Rebecca Ballestra, della quale condivide entusiasta il nomadismo culturale e il percorso progettuale in campo artistico legato all'ambiente e ai suoi risvolti in campo sociale, etico, antropologico. Attualmente Roberta Miacola collabora con l'artista Maria Rebecca Ballestra sulla realizzazione e la gestione di uno nuovo progetto artistico sui deserti.

Roberta Miacola segue anche altri artisti per i quali pianifica e organizza personali in Italia e all'estero, nel campo della fotografia e della scultura. Con Elena Rasori, anch'essa proveniente dall'organizzazione di mostre, ha costituito nel 2014 l'Associazione Culturale ValoreAggiunto, che hacome obiettivo la ricerca, la promozione e l'organizzazione di mostre personale e collettive di artisti emergenti in Italia e all'estero e di opere, o collezioni non conosciute al grande pubblico di artisti noti antichi e contemporanei.

Venezia Sotheby 's International Realty, agenzia leader specializzata in proprietà storiche di Venezia, è esclusivista del marketing e della vendita di Palazzo Molin. Coloro che fossero interessati a visitare gli appartamenti in vendita possono contattare Lorenza Savini al +39 041 5220093 o per emaillorenza@venicesothebysrealty.com

Link:
www.palazzomolin.com
www.venicesothebysrealty.com
www.fpa2.com
@PalazzoMolin
Media Enquiries and Publication Quality Photographs:

Charlotte Palmer / Henry Columbine / Sammy Parker
Tel: +44 20 7382 4720
Redleaf Polhill
palazzomolin@redleafpr.com